fbpx

Collaborazioni su Instagram: come iniziare e cosa non fare

Tempo di lettura: 5 minuti

Quello delle collaborazioni su Instagram è da sempre un argomento tanto interessante quanto discusso. Soprattutto all’inizio, quando siamo Instagrammer con pochi followers, è difficile sapere come iniziare collaborazioni con aziende o quali conviene accettare o da cosa stare alla larga.

collaborazioni su instagram
collaborazioni su instagram

Quando ho iniziato a lavorare sui Social, al mio arrivo su Instagram, mi sarebbe piaciuto trovare un articolo del genere. E per questo che ho deciso di mettere a tuo servizio la mia esperienza, sia di Beauty Blogger che di Instagrammer.

Collaborazioni: contattare o essere contattati?

Il primo dilemma al quale dobbiamo rispondere nel momento in cui decidiamo di voler iniziare collaborazioni su Instagram è capire se conviene aspettare di essere contattati dalle Aziende o fare noi il primo passo e proporci. Ovviamente, partiamo dal presupposto che abbiamo già sistemato il nostro profilo Instagram in base alla nostra Nicchia ed abbiamo un buon numero di Fan tra i nostri Followers.

Sfatiamo una volta per tutte questo mito: le aziende contattano raramente un Instagrammer nascente, soprattutto se non ha collaborazioni da mostrare al suo attivo.

avere tanti follower su instagram
avere tanti follower su instagram

Ci sono però in rete, ed anche sui Social, Aziende che sfruttano questa inesperienza generale, e che propongono vendite di prodotti spacciandole per collaborazioni. Anche io, inesperta ma ambiziosa, all’inizio ho commesso i miei errori, accettando finte collaborazioni che non mi hanno portato a nulla. Qui ti racconto i miei segreti al riguardo, magari riesco a far risparmiare un errore anche a te!

Ecco perchè, soprattutto all’Inizio, è buona norma prendere coraggio e farsi avanti. Ma come?

Contattare Aziende per Collaborazioni su Instagram

Non è un segreto, tutte siamo affascinate dal mondo delle collaborazioni, soprattutto sui social. Ma all’inizio è difficile trovare Brand che cercano Influencer nuove!

Per essere però prese sul serio e scelte dai Brand, al momento del contatto, dobbiamo in primis apparire professionali, in secondo luogo dimostrare la nostra competenza, e non per ultimo valorizzare la nostra capacità di dare valore al Brand. La collaborazione quindi deve essere non solo vantaggiosa per noi (anche se fosse una collaborazione gratuita ci riporta autorevolezza) ma, e soprattutto, per l’Azienda che abbiamo scelto.

Questo può essere un esempio di contatto ben fatto:

Buongiorno, mi chiamo VOSTRO NOME e scrivo per proporre una collaborazione. Conosco da tempo il Vostro Brand e sono una Cliente affezionata soprattutto del Vostro PRODOTTO X del quale ho già parlato anche nei miei canali Social. Sono una Content Creator e mi occupo di VOSTRA NICCHIA sia sui Social (TAG PROFILO) che sul mio Blog (LINK BLOG). Sarei felice di lavorare con Voi e sono sicura i Vostri prodotti saranno di interesse anche ai miei LETTORI/FOLLOWERS. Allego per completezza il mio Media Kit aggiornato. Propongo un pacchetto di TOT POST, TOT BLOG POST, TOT STORIES, TOT REELS (insomma create voi un pacchetto di contenuti che siete sicure di poter realizzare). Certa di un Vostro contatto, cordiali saluti

Con una presentazione del genere, ed inserendo un Media Kit chiaro e professionale, non sarete prese per la Beauty Blogger di turno che cerca il prodotto omaggio, ma per una professionista che sa cosa sta facendo e conosce il valore del proprio lavoro.

Ancora meglio se date un valore economico al Format proposto (cioè quello che potete/volete fare per quel Brand, i contenuti e le piattaforme che mettete a disposizione), dichiarando la vostra eventuale apertura a contrattare.

Ma le collaborazioni su Instagram sono retribuite?

Certo, non all’inizio, ma se hai un buon profilo avviato, hai creato una Community e le tue Foto sono curate, puoi mirare a collaborazioni su instagram retribuite.

Quello che mi preme dirti è che, anche all’inizio, mentre stai cercando di capire come trovare collaborazioni su instagram, dovresti stare attenta alle “finte collaborazioni”. Quei contatti da parte di Brand che vogliono sponsorizzare offrendo un prodotto scontato in cambio del tuo lavoro, definendo questa una Collaborazione. Ne parliamo meglio nel prossimo paragrafo quindi continua a leggere!

Collaborazioni su instagram
Come contattare le Aziende per Collaborazioni su instagram

E’ questo modo di fare, ed il fatto che ci siano tantissime persone che accettano questa modalità di promozione, che rende sempre più difficile trovare Aziende che investano nell’Influencer Marketing.

Se abbiamo detto che all’inizio è difficile essere contatti per collaborazioni retribuite, è assolutamente da evitare di accettare “finte collaborazioni”.

Quei contatti dove non solo non viene elargito un compenso sul nostro lavoro (ricordati che siamo Content Creator, che ci vuole tempo e impegno per produrre contenuti di valore) ma anzi, viene richiesto o un contributo spese. Che sia per l’invio del prodotto da recensire, o addirittura di acquistarlo noi stessi, anche con uno sconto a noi riservato.

Anche io in passato ho fatto l’errore di accettare questa modalità, te lo racconto qui, ma ti garantisco che di collaborazione non aveva nulla. Ti spiego perchè!

Collaborazioni su Instagram: devo pagare qualcosa?

No! Ragazze questa è l’unica cosa vera delle collaborazioni!

Collaborazioni retribuite su Instagram
Collaborazioni retribuite su Instagram

Se vi viene chiesto di pagare qualcosa si tratta di una Vendita travestita da Collaborazione!!!

State, cioè, aiutando il Brand a Vendere a Voi, magari con una campagna di sconti! Questo permette loro di trovare nuovi clienti e di avere anche in cambio pubblicità gratuita, ma è ben lontano da essere una campagna di Influencer Marketing, in cui l’azienda investe nei contenuti creati dai Content Creator appunto!

Inoltre, fate attenzione alle promesse di guadagno sulle vendite generate dal tuo lavoro, quando queste non possono essere controllate e verificate. Mi spiego!

Quando vi viene proposta una percentuale di guadagno sulle vendite effettuate dai vostri followers, siate sicure che potete controllare questo processo (ma non è una cosa così facile!).

Infatti, è raro che una persona acquisti subito dopo aver visto una vostra storia o un post, magari non ha bisogno in quel momento del bracciale o della crema viso che state pubblicizzando! Se siete state influenti può darsi che quella persona si ricorderà di quel prodotto di cui avete parlato nel momento in cui le serve, ma a distanza di giorni, settimane….

Ecco perchè è difficile ricondurla voi e quindi tenere traccia di tutte le percentuali che vi spetterebbero!

Quello che è bene ricordare, sia quando state accettando una collaborazione in cambio di un prodotto gratis, che quando state valutando il prezzo del vostro valore, è che in una collaborazione tradizionale (quindi senza affiliazione), siete pagati per le visualizzazioni e la pubblicità che fornite, non per le vendite generate.

Considerazioni finali

Come collaborare su Instagram
Come collaborare su Instagram

Per quanto oggi sia luogo comune che per guadagnare sui Social l’unico modo sia quello delle Collaborazioni, questa è la strada più lunga (per followers, esperienza e capacità di influenzare le persone) e affollata. Ci sono tanti altri modi per emergere, monetizzare il nostro tempo, e creare contenuti di valore! Avrei voluto trovare una guida così quando mi sono affacciata a questo mondo, in modo da non perdere tempo e non commettere errori… e tu? Hai già collaborato con qualche azienda? Come è stata la tua esperienza? E se vuoi davvero un metodo per lavorare sui social…. Compila il questionario e prenota una consulenza con me per vedere se siamo fatte per lavorare insieme!

i segreti delle Collaborazioni su Instagram

35 anni, mamma lavoratrice e moglie sempre di corsa. Un piccolo spazio fuori dalla routine e dagli obblighi, dove condividere passioni e confrontarsi. Perchè anche dopo essere diventate mamma, continuiamo ad essere donne!

25 pensieri riguardo “Collaborazioni su Instagram: come iniziare e cosa non fare

  • 16 Novembre 2020 in 21:15
    Permalink

    Anche io ho ricevuto proposte di “finte collaborazioni”, ma per fortuna avevo letto di esperienze simili alla tua e non ho mai accettato. Mi occupo di viaggi, ma la moda e il make up/mondo skincare mi hanno sempre incuriosito e affascinato, quindi sto cercando di entrare in questo mondo attraverso delle collaborazioni. Grazie per i tuoi consigli, saranno davvero utili!

    Rispondi
    • 16 Novembre 2020 in 21:50
      Permalink

      Sicuramente i settori beauty e fashion sono quelli in cui le collaborazioni sono piu comuni… ma sicuramente sono settori trasversali anche per gli altri! Quindi si, aperti a tutti!

      Rispondi
  • 17 Novembre 2020 in 10:11
    Permalink

    Che argomento! Sfondi una porta aperta con me:

    quando avevo solo 2.000 followers su ig mi contatta tale brand che vende braccialetti (…scommetto che ha contattato quasi tutti su IG) accessori carini, per carità, e mi hanno proposto la collaborazione con i seguenti termini: comprare un bracciale e pubblicizzarlo con un post, ad ogni vendita effettuata con il mio codice sconto avrei ricevuto un bracciale in omaggio… Già mi immaginavo sommersa di bracciali di cui non me ne sarei fatta nulla…!!!!
    Senza contare che io tratto di viaggi, la mia community non si interessa di accessori, o meglio, non è il loro interesse principale, pertanto trovandolo non inerente alla mia nicchia, ho rifiutato.

    Diverso poi il discorso di tour, attività in viaggio e ristoranti. La prima vera collaborazione in tema travel, l’ho ottenuta con un giro in barca sul lago di Garda! Bellissima esperienza e molto interente al mio settore di competenza. Da li altre con ristoranti locali per i quali scrivo anche recensioni….

    Spero che andrà sempre meglio da questo punto di vista, mi affiderò al tuo blog per altri consigli sul filone marketing. grazie per il tuo lavoro!

    Rispondi
    • 17 Novembre 2020 in 15:07
      Permalink

      Esatto è la norma ormai, soprattutto se non mettiamo la voce e iniziamo a dirle queste cose, chi inizia si troverà nella nostra situazione! Sicuramente nel mondo beauty è proprio più facile trovare queste usanze, rispetto magari al travel… felice ti sia stato utile!

      Rispondi
  • 17 Novembre 2020 in 10:21
    Permalink

    Ho trovato estremamente interessante leggere il tuo post, le collaborazioni Instagram non sono le principali con cui lavoro ma indubbiamente una parte importante e queste considerazioni sono importanti per migliorare il mio agire.

    Rispondi
    • 17 Novembre 2020 in 15:08
      Permalink

      Beh ormai i social sono importanti anche per noi blogger, anzi, imparare a far coesistere le due realtà è molto importante! e così ci ritroviamo anche a conoscere pregi e difetti di quel mondo!

      Rispondi
    • 17 Novembre 2020 in 15:12
      Permalink

      Esatto, all’inizio è tutto nuovo, tutto difficile ma tutto affascinante… l’articolo vuole essere proprio un aiuto per chi si affaccia a questo mondo!

      Rispondi
  • 17 Novembre 2020 in 17:46
    Permalink

    Ho trovato molto utile la tua presentazione da mandare alle aziende con le quali si vuole collaborare: mi sono sempre chiesta quale fosse lo stile migliore da adottare in questi casi, e come presentarsi in modo professionale!

    Rispondi
  • 17 Novembre 2020 in 19:03
    Permalink

    Comincio dicendoti grazie. Mi avevano contattato alcune aziende che mi proponevano prodotti a prezzi scontati per collaborare ma ho rifiutato, dicendomi: se pago io, il lavoro lo faccio solo io (scrivere foto ecc..) che collaborazione é? Ma siccome ho ricevuto più di una richiesta stavo cominciando a pensare che fosse la prassi e invece no. Grazie

    Rispondi
  • 18 Novembre 2020 in 15:18
    Permalink

    Ciao ti anticipo che ho lavorato dall’altro lato e ti posso dire che niente viene fatto gratis.
    Promuovere un prodotto è un’attività che qualsiasi imprenditore sa di dover sostenere il costo e misurare l’investimento fatto.
    La scelta di comunicare su un social o con quella determinata persona è intrinseco nell’obiettivo da raggiungere. Di solito si condividono brief, tempi e target e mai il prodotto che viene dato spesso in comodato d’uso.
    Non facciamo passare il messaggio che bisogna iniziare a lavorare gratis.

    Rispondi
    • 19 Novembre 2020 in 11:34
      Permalink

      Assolutamente! Nessun lavoro gratis è menzionato qui, proprio perchè non sarebbe lavoro! Ci sono casi in cui il compenso è il prodotto stesso ricevuto, ma è proprio questo il messaggio. Nè il Blogger o Instagrammer che sia, nè il Brand, deve lavorare gratis!

      Rispondi
  • 20 Novembre 2020 in 02:38
    Permalink

    Sei stata molto chiara e precisa! L’argomento delle collaborazioni su Instagram attira molto, anche le followers che pretendono giustamente chiarezza e correttezza dalle influencer. Mi capita ancora di vedere gente che indica chiaramente “gifted”, “adv” etc…

    Rispondi
  • 20 Novembre 2020 in 11:08
    Permalink

    Grazie, sei stata davvero illuminante, non avendo un blog ho sempre pensato che questa possibilità mi fosse preclusa, invece devo cominciare a lavorarci su, magari iniziando a recensire prodotti senza collaborazioni, in modo da avere qualcosa da… mostrare ai brand!

    Rispondi
  • 20 Novembre 2020 in 17:51
    Permalink

    Ah che bella boccata d’aria il tuo post! Finalmente qualcuno che promette di svelare segreti riguardo le collaborazioni di IG e poi li svela per davvero! Scusa lo sfogo ma di titoli come questo se ne leggono a palate salvo poi essere tutta fuffa e null’altro. Qui invece, per la prima volta, ho trovato consigli utili e oggettivi e anche un vero esempio di email da inviare, cosa che davvero nessuno mai fa. Inoltre sono particolarmente contenta tu abbia posto l’accento sulle situazioni in cui viene chiesto a noi di pagare qualcosa. Se paghiamo non è collaborazione ma è vendita. Finalmente qualcuno che lo dice facile facile e senza girarci intorno. Grazie!

    Rispondi
  • 20 Novembre 2020 in 19:46
    Permalink

    Davvero un articolo molto dettagliato ed informativo che serve non solo alle blogger ed instagrammers meno esperte ma anche quelle che navigano tra i followers.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2020 in 10:47
    Permalink

    Non nell’immediato, ma magari tra un pó inizierò anch’io a considerare le collaborazioni per monetizzare.
    Il blog per il quale scrivo non è mio, è di un’agenzia di moda con la quale collaboro come modella e, appunto, blogger. Sono pagata (pochino) mensilmente.
    Tutti mi dicono che devo prendere coraggio e farmi un blog tutto mio. Non mi sento ancora pronta, intanto grazie per i tuoi consigli!

    Rispondi
  • 22 Novembre 2020 in 16:06
    Permalink

    wow ma che articolo interessante
    hai dato interessanti spunti di riflessione

    Rispondi
  • 22 Novembre 2020 in 18:49
    Permalink

    Ho trovato super utile, in particolar modo il fac-simile di ciò che dobbiamo scrivere in una lettere di presentazione. Ti ringrazio per i validi consigli, chiarissimi

    Rispondi
    • 23 Novembre 2020 in 13:55
      Permalink

      Vero? Non ne ho mai trovati neanche io e mi sarebbero stati utili, soprattutto all’inizio! Ecco perchè ho voluto condividere anche una traccia di email!

      Rispondi
  • 23 Novembre 2020 in 06:55
    Permalink

    Forse tu collabori solo su ig io per esempio lavoro molto su fb ma abbiamo gli interessi diversi tu beata io food and wine , per la tua nicchia funziona così per la mia non è proprio così e di collaborazioni anche importanti ne ho tante!

    Rispondi
    • 23 Novembre 2020 in 13:54
      Permalink

      Esatto, io non lavoro su Facebook! Per questo non ne ho parlato, scrivo solo di quello che conosco! Mi fa piacere se non hai di questi problemi, grande!

      Rispondi
  • 23 Novembre 2020 in 10:21
    Permalink

    Ma che bello! Una guida molto interessante e ben formata rispetto a tutte le altre che ho visto su molti blog.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *