fbpx

Diventare Networker: è possibile lavorare con i social?

Tempo di lettura: 5 minuti

Se ti stai chiedendo se diventare Networker è una buona scelta per te, sei nel posto giusto. Vediamo da vicino come si è evoluta questa professione (si, lo è davvero!) e come svolgerla nella maniera più proficua e corretta. Perchè in primis, lavorare bene con i social o comunque online, vuol dire lavorare eticamente.

diventare networker
Diventare Networker oggi: cosa significa?

Quando pensiamo al Network Marketing ci viene in mente il venditore del Folletto o del Bimby. O ancora, se siamo un pò più evolute, pensiamo all’amica che vende prodotti di Yves Rocher. In realtà, per quanto queste siano state aziende di Network Marketing, non rappresentano la versione attuale del lavoro del Netowrker online, proprio perchè presuppongono un modello di lavoro arcaico, quello del porta a porta. Vediamo nel dettaglio.

Diventare Networker e vendita porta a porta

Abbiamo già anticipato che il modello di Network Marketing del 2020 non è quello del venditore porta a porta. Ma in che senso?

Quando pensiamo al lavoro nel Network Marketing, ci viene in mente la vecchia concezione del venditore: un Rappresentante che, con la sua valigetta di prodotti, magari che non ha neanche provato in prima persona, suona di campanello in campanello per proporre e mostrare il fantomatico prodotto miracolante.

Ecco perchè è automatica l’orticaria alla parole Network Marketing! Chi vuole, oggi che siamo sempre di corsa, concedere tempo ad una persona che parla di un prodotto che non conosce? E che racconta sicuramente quello che l’azienda ha detto di raccontare? O che, ancora, deve per forza venderci quel prodotto senza ascoltare le nostre vere esigenze?

differenze nel network marketing
Omologarsi alla vecchia concezione del Network Marketing non porta successo

La cosa che mi ha fatto decidere di avvicinarmi a questo lavoro, è stata, proprio aver compreso la differenza con questo modello arcaico di venditore.

Diventare Imprenditrice Digitale oggi è tanto facile da dire quanto diverso da quello che pensiamo quando ci avviciniamo a questo mondo.

Soprattutto su Instagram, il social del momento, ci sono tantissimi profili vetrina di pseudo-networker o profili assillanti sul prodotto miracoloso, prima e dopo fasulli.

E non sto parlando di una azienda in particolare! Anzi, non farò neanche i nomi delle aziende o dei profili ai quali mi riferisco! Sappiate però che quando vi imbattete in un post con la foto del volantino del mese….. bhè, quello non è fare Network Online! E non è quello che dovrete fare se deciderete di approcciarvi a questo lavoro con me! 😉

Diventare Networker oggi, almeno nella concezione PRO di cui mi sono innamorata e che sto portando avanti con il mio Team, significa condividere l’emozione, il cambiamento e i benefici che quel prodotto, quel lavoro, quello stile di vita ci hanno portato.

Il mio modello di Networker

Abbiamo tutti bisogno di un’ispirazione. Di un modello da studiare e da interiorizzare, soprattutto se vogliamo fare un percorso di cresicta.

Come per le Beauty Blogger che seguono e si ispirano ad una Beauty Blogger in particolare, anche nel Network Marketing ci sono figure da cui imparare.

Non vi dirò quali dei “grandi” mi abbiano colpito, proprio perchè essendo grandi sono irraggiungibili, o, secondo me, sono diventati grandi in un momento diverso da quello di oggi.

Quando, infatti, ho conosciuto su Instagram Manuela Fantini, mi sono resa conto che non incarnava assolutamente il personaggio del venditore porta a porta che tanto snobbavo.

Leggere i suoi articoli del suo Blog, mi ha fatto capire che esiste oggi davvero un mondo nuovo e un modo diverso di fare questo lavoro, soprattutto con etica e generosità, un modo di lavorare che veramente fà di questo modello un lavoro vero e proprio.

Per prima cosa, per diventare Networker, non dobbiamo saper vendere un prodotto. Ovviamente il guadagno che portiamo a casa è sui prodotti, ma quello che dobbiamo fare non è vendere il “prodottino”, ma trasmettere la nostra passione e i benefici che abbiamo ottenuto con esso. Come una Beauty Blogger non mostra solo la crema di un Brand per portare a casa la commissione sulla collaborazione con quel Brand (o almeno le vere Beauty Blogger non fanno solo questo). O come una Travel Blogger propone un itinerario di viaggio che ha provato, guadagnando magari con le prenotazioni provenienti dal Suo Link, ma senza limitarsi ad un elenco di cose da vedere. Allo stesso modo una vera Networker, una Imprenditrice Digitale, parla sì del prodotto dell’Azienda con cui collabora, ma e soprattutto della Sua esperienza con questo.

Servono Tanti Followers per diventare Networker?

avere tanti follower
Servono tanti followers?

Molto spesso, se siamo riusciti a superare l’idea del venditore porta a porta, ci troviamo davanti un altro luogo comune: per lavorare online servono tanti followers. Questo accade perchè pensiamo alle Influencer che, appunto, propongono sui proprio profili i prodotti più disparati per “influenzare” i propri followers. Ma quello che non sappiamo è che non sono i followers ad essere importanti, ma i fan, ossia quelle persone che ci seguono si, ma in modo attivo. Il numero dei follower ci dà soltanto “autorevolezza numerica” sui social. Quello che conta sono le conversioni, ossia le persone che portiamo a compiere la nostra “call to action”. Quindi no, non servono tanti followers, serve che sappiamo arrivare al cuore di chi ci segue raccontando le nostre esperienze, che sia con un prodotto, con il lavoro, o con i nostri figli in cucina.

Non solo mamma!
Sorridere, prima di tutto!

Quindi, sei come me? Non ti piacciono le scocciature dei messaggi in Direct tutti uguali? Vuoi capire come fare davvero questo lavoro e se può fare al caso tuo? Bene! Iscrivi al blog, compila il questionario o scrivimi per fare due chiacchiere davanti ad un caffè virtuale, per scoprire di che cosa noi Donne possiamo essere capaci! Perchè se nel lavoro tradizionale gli uomini sono più delle donne, online li battiamo sempre!

diventare networker

Martina

35 anni, mamma lavoratrice e moglie sempre di corsa. Un piccolo spazio fuori dalla routine e dagli obblighi, dove condividere passioni e confrontarsi. Perchè anche dopo essere diventate mamma, continuiamo ad essere donne!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: